Materassi in memory foam per mal di schiena e artrite

Se sei come la maggior parte delle persone e credi che la chiave per una buona giornata di lavoro sia un buon riposo notturno, il miglior punto di partenza è il tuo letto. Trascorrerai circa 8 ore a notte a dormire per tutta la vita, circa 25-30 anni in tutto.

Ha quindi senso trovare il letto più comodo che ci sia. Molte persone stanno passando dai tradizionali letti a molle a materassi in memory foam che si adattano esattamente alla forma del tuo corpo. Di cosa si tratta? Diamo un'occhiata più da vicino e scopriamolo.

Il problema con il sonno è che ci sono le ossa. Senza ossa dormire sarebbe facile: se tu fossi solo una grossa massa di muscoli e grasso, immagina come dormiresti comodamente.

Sfortunatamente, però, tutto quel tessuto corporeo è avvolto attorno a una struttura dura, lo scheletro, che si sente a suo agio come il telaio di una bicicletta.

Un letto tradizionale ha un materasso di materiale morbido supportato da diverse centinaia di molle metalliche a spirale, accoppiate tra loro in modo che si muovano come una in quella che viene chiamata una bobina aperta o continua. L'intera cosa tende a crollare quando ci si sdraia sopra, ma non risponderà esattamente alla forma del tuo corpo.

Se ti stendi sulla schiena, i glutei premeranno più del resto del corpo, lasciando parti della colonna vertebrale prive di supporto, provocandoti potenzialmente mal di schiena il giorno successivo.

POTREBBE INTERESSARTI : guida ai migliori piumini d'oca per il letto per rimanere caldi in inverno

Se ti stendi su un fianco, i fianchi e le spalle tenderanno a premere di più verso il basso, sostenendo più della loro quota di peso corporeo e facendoti sentire a disagio. Se dormi con un partner su un materasso come questo, i tuoi corpi tendono a creare una valle nel mezzo e rotolano insieme.

Un materasso a molle più sofisticato utilizzerà un approccio diverso: ci sono almeno il doppio delle molle (a volte 10 volte di più) disposte in piccole tasche, e ognuna si flette individualmente. Diverse aree del materasso possono avere più o meno molle realizzate con fili di spessore diverso per dare più o meno sostegno.

materassi-memory-foam

I materassi a molle insacchettate come questi danno molto più sostegno, ma sono anche più pesanti e costosi a causa di tutte le molle extra. I materassi migliori tendono ad avere un "numero di molle" più elevato.

L'idea del memory foam è incredibilmente semplice. Invece di dormire sulle molle, dormi su una schiuma molto spessa che lascia il posto dove la premi. Tecnicamente, si chiama materasso viscoelastico: viscoso (da viscoso) significa che si muove, un po 'a malincuore, quando si applica una forza; elastico significa che ritorna alla sua forma originale quando si rimuove la forza.

La schiuma è sensibile alla temperatura, quindi tende ad affondare di più quando la temperatura corporea la riscalda. Molto rapidamente, si adatta ai tuoi contorni unici. Se dormi su un fianco, la schiuma affonda molto di più sulle spalle e sui fianchi, quindi, in teoria, tutto il tuo corpo è sempre perfettamente supportato e la colonna vertebrale rimane dritta.

Il tuo peso è distribuito in modo più uniforme e la pressione viene alleviata in luoghi come spalle e fianchi. Ecco perché molte persone trovano che i materassi in memory foam aiutano a ridurre i sintomi di problemi come il mal di schiena e l'artrite. Se cambi posizione o ti giri, il materasso si adatta gradualmente alla tua nuova forma.

Quando il venditore ti parla di materassi "memory foam", potrebbe provare a ingannarti con un po 'di scienza.

Il memory foam è migliore perché è "viscoelastico", ti dicono. "È stato sviluppato dalla NASA". Ma cosa significa esattamente? Queste cose sono utili o solo una truffa di marketing? Scaviamo un po 'più a fondo e scopriamolo.

Cosa si intende allora per viscoelastico ? Un materiale viscoelastico è sia viscoso (cambia forma lentamente) che elastico (ritorna alla sua forma originale). In breve, si deforma e torna a modellarsi molto lentamente.

Questa, di per sé, è solo una descrizione grossolana: la viscoelasticità è in realtà più sottile e interessante di così. Se applichi una forza costante a un pezzo di memory foam di area costante (quindi lo stress è costante), continua a deformarsi molto lentamente per un lungo periodo di tempo .

I materiali viscoelastici rispondono anche in modo diverso a seconda di come si applicano le forze. Sono più rigidi (cambiano forma con più riluttanza) se applichi una forza rapidamente che se la applichi lentamente, il che li rende molto utili sia per ammortizzare che per assorbire gli impatti.

C'è anche un notevole ritardo tra quando si deforma un materiale viscoelastico e quando ritorna in forma (un tipico materasso in memory foam impiega 5-10 secondi per flettersi e tornare alla forma quando lo si scende, molto più a lungo rispetto, ad esempio, a una schiuma spugna).

Ciò può essere molto utile per ammortizzare le cose, perché l'energia viene effettivamente assorbita e dissipata durante l'intervallo di tempo (un fenomeno noto come isteresi) - un po 'come il modo in cui l'energia viene persa a causa della "resistenza al rotolamento" quando il pneumatico di una bicicletta o di un'auto schiaccia e si flette mentre gira. Si potrebbe dire che è l'isteresi che mette la "memoria" nel memory foam.

Ecco spiegato in parole reali cosa è un materasso memory.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*