Materasso Schiuma Molle o Lana quale scegliere

La scelta del materasso è una cosa molto importante, qui ci passiamo una buona fetta della nostra vita, ed è importante svegliarsi al mattino riposati e senza dolori. Sul mercato ci sono tantissime tipologie di materasso, a molle, di lana, in lattice, foam ecc, oggi vi guideremo nella scelta elencandovi pregi e difetti dei vari modelli presenti.

Per prima cosa bisogna capire com’è fatto l’interno del materasso, per individuare (e provare!) la tipologia di sostegno più adatta. Ad esempio oggi ci sono quelli con l’igienica e traspirante schiuma di poliuretano eco-compatibile -capace di ritornare sempre alla forma originaria (il famoso Memory) e l’altro con molle insacchettate singolarmente che, rispondendo alle singole sollecitazioni del corpo, rispettano la fisiologia della colonna vertebrale.

Leggi anche: piumino per il letto oca , guida alla scelta - Trapunta matrimoniale quale comprare per un inverno caldo

Materasso in schiuma

Memory Foam: Si modella perfettamente sulla forma del corpo, distribuendone uniformemente il peso per sostenerlo al meglio e liberarlo dalle tensioni: merito dell’anima a 7 zone differenziate, costituita da uno strato in Elastol aerato ad alta densità, abbinato a uno strato sagomato in Viscoelastico Memory.

Memory a molle: Come ammortizzatori, le molle garantiscono un supporto a 3 zone differenziate che dà una forte sensazione di accoglienza e sostegno, ottimizzando il comfort. Oermette anche di personalizzare le singole piazze del letto matrimoniale, reso uniforme da un topper in Viscoelastico Memory.

Materasso a molle

fino a poco tempo fa il più utilizzato o comunque un best seller scelto da tantissime persone. La critica che si fa al materasso a molle è che il movimento di una persona che si trova sul materasso, si trasmette anche all' altra parte (solo se acquistato un materasso senza molle insacchettate). Ci può stare, ma per longevità quello a molle non si batte, anche un modello non proprio costosissimo vi dura tranquillamente 20-30 anni senza battere ciglio.

materasso-molle

Questa tecnologia è ben nota al grande pubblico e ha subito significativi sviluppi tecnologici che hanno notevolmente migliorato la qualità del sonno.

In precedenza, la molla veniva assemblata utilizzando un filo di acciaio che attraversava l'intero materasso .

Dopo molti anni di ricerca, i produttori hanno sviluppato nuove tecnologie. Oggi offrono un livello di comfort molto elevato grazie alle molle insacchettate. Questa tecnologia di assemblaggio consente una totale indipendenza durante il sonno.

Ogni molla è avvolta individualmente per non trasmettere alcun movimento. Questa tecnologia consente anche una maggiore precisione nel supporto della schiena.

Infine, la risorsa principale è la sua ventilazione. In effetti, in termini di igiene, è la tecnologia più efficiente grazie alla sua impareggiabile ventilazione.

La molla è consigliata anche a persone con corporatura robusta, per via della sua struttura in acciaio che rimane la più resistente nel tempo.

Le molle insacchettate di ultima generazione permettono di rinnovare l'aria contenuta nel materasso fino a 10 volte a notte , offrendo un'igiene totale. Questa ventilazione è essenziale per preservare il tuo materasso e la sua igiene. Assorbe l'acqua dal nostro sudore quando dormiamo. Ad esempio, una coppia rilascia 150 litri di acqua all'anno.

Materasso in Lana

Il materasso in lana ha i suoi fan irriducibili, che sanno apprezzare la sua accoglienza ferma e morbida allo stesso tempo. Ma oltre all'aspetto soggettivo del comfort offerto, un materasso in lana ha argomenti oggettivi molto convincenti.

Grazie alla sua composizione e struttura uniche, la lana può contenere una grande quantità di aria, il che la rende un ottimo isolante termico .

Quando dormiamo su un materasso di lana, la nostra traspirazione (naturale durante il sonno) viene evacuata e il nostro calore corporeo viene catturato. Ciò si traduce in una regolazione della temperatura e dell'umidità che fornisce un eccellente comfort durante il sonno .

I materassi in lana sono probabilmente i più ecologici. Richiedono poca energia per la loro realizzazione poiché la materia prima (lana di pecora) è pronta per l'uso, ha solo bisogno di essere pulita, non trasformata. Non c'è quindi uso di prodotti chimici. La lana cresce naturalmente ogni anno sul dorso delle pecore, che si adattano molto bene alla loro tosatura.

Rivestimento materasso

Dopo aver scelto l'interno scegliamo il rivestimento esterno dalle prestazioni tecno-funzionali che più soddisfano le tue esigenze. Ad esempio:

ANTIZANZARA: atossico, ingloba milioni di microcapsule che, sollecitate dal corpo, si aprono per rilasciare una sostanza all’aroma di citronella che ha un’azione repellente per zanzare, acari e insetti. Esistono tessuti tecnici che, grazie all’inserimento di piccolissime microcapsule nella fibra, rilasciano l’essenza desiderata, ottenendo così prodotti che possono allontanare le zanzare, oltre ad altri insetti come le temute ‘cimici del viaggiatore’ presenti negli alberghi. E il bello è che si possono realizzare anche tessuti con essenze di Aloe vera e lavanda, o in fibra di argento, perfetti alleati nella lotta ad allergie e acari.

materasso_giusto

 

LAVANDA: DEODORANTE: è l’essenza ‘della nonna’ che profuma di pulito e che, oltre a essere un ottimo antitarme naturale, ha anche proprietà analgesiche, antisettiche, rilassanti e antidepressive.

ALOE VERA: FRESCA Le microcapsule inglobate nel tessuto antimacchia in pura viscosa sprigionano l’essenza di Aloe, regalando freschezza e migliorando le funzioni di sonno e risveglio.

CAMOMILLA: DISTENSIVA L’innovativa nanotecnologia consente al tessuto di trattenere le microcapsule all’essenza di camomilla che, durante il sonno, sprigionano un buon aroma rilassante.

Ogni quanto va cambiato il materasso? Recenti studi consigliano, soprattutto per fattori igienici, di sostituire il materasso dopo 7/8 anni e il cuscino dopo 2: ogni notte perdiamo circa 1/3 di litro di liquidi che nel tempo deteriorano il materasso (all’interno del quale si annidano anche spore, batteri e acari). La manutenzione? Gira il materasso (testa/piedi - sopra/sotto) 2 volte al mese e, se è sfoderabile, lava la fodera almeno una volta l’anno.

Quanto deve essere alto il materasso?

Materassi per bambini generalmente 12 cm circa
Materassi topper generalmente da 5 a 7,5 cm
Materassi a molle generalmente da 22 a 23 cm
Materassi a molle indipendenti / insacchettate generalmente da 22 a 24 cm
Materassi in lattice generalmente da 19 a 24 cm
Materassi in viscoelastico (memory foam) generalmente 20 cm
Materassi in schiuma di soia generalmente 20 cm

Author: mondonotizia

Share This Post On