Scarpe Runnig Rialzate fanno andare piú veloci

Si tratta del fenomeno degli ultimi anni nel campo della corsa, ovvero le scarpe running rialzate che fanno andare piú veloci. E' stato il corridore kenyota
Eliud Kipchoge il primo ad utilizzarle nella mezza maratona di Vienna del 2020 scendendo sotto le due ore. Il segreto di queste scarpe sta nella suola particolarmente rialzata e nel plantare in carbonio. Entrambi riescono a dare una notevole spinta ai corridori che migliorano sensibilmente le loro prestazioni.

Ma quali sono le scarpe da running rialzate che fanno andare piú veloce? La prima ad introdurle è stata Nike, poi è arrivata Adidas e a seguire tutte le altre marche. Le VAPORFLY o le Alphafly di Nike sono quelle che hanno fatto registrare le migliori performance sui tempi delle maratone mondiali. Ci sono poi le Ultraboost 21 di ADIDAS, Dati del Sole24ore ripresi dal Ny Times. Ciò ovviamente non significa che siano migliori, sappiamo che Nike, come altri grandi brand, cerca sempre di arruolare i migliori corridori per sponsorizzarle.

adidas FY0350-7M, Scarpe da Corsa Uomo, Crew Navy Crew Navy Core Black, 41 1/3 EU

Prezzo: 139,00 €

2 Nuovo e usato disponibile da 139,00 €

Secondo un intervista rilasciata da Stefano Baldini, olimpionico italiano 2004, le scarpe col tacco di 4 cm offrono una spinta maggiore soltanto se si è in forma col peso, se si ha una falcata compresa tra 170 e 180 cm e si si appoggia il piede di punta e pianta, non di tallone.

Al centro di tutte queste scarpe c'è l'innovativa combinazione di schiuma Pebax leggera (Zoom X) e una piastra curva in fibra di carbonio. Il design e i materiali all'avanguardia di Nike in un pacchetto ultraleggero hanno reso la scarpa un punto di svolta nel mondo delle maratone, sia a livello professionale, sia per i corridori di tutti i giorni . Basta guardare la linea di partenza di qualsiasi maratona e vedrai una folla inondata dalle colorazioni neon della NEXT%, e presto, il nero e il verde dell'Alphafly. Da allora, altre aziende di scarpe hanno tentato di mettersi al passo.

nike-alphafly-scarpe-da-corsa-veloci

nike-alphafly

L'inserimento di tutti questi componenti in un'intersuola ha comportato una crescita incrementale dello spessore interno. Nonostante sembrino più alte di un paio di trampoli, soddisfano comunque lo spessore regolamentato di 40 mm . L'altro regolamento applicabile è che deve avere solo una singola piastra all'interno della scarpa .

POTREBBE INTERESSARTI : Scarpe ginnastica tonificanti

L'intersuola ha un aspetto decisamente nuovo, ma anche la tomaia? La tomaia è completamente diversa dalla VaporWeave trovata sul Vaporfly NEXT%, ma in realtà sembra abbastanza simile al Flyknit visto sulla precedente Vaporfly (e su altre scarpe Nike). Ma questa tomaia non è Flyknit. È Atomknit. Pensa all'estremo Flyknit. È più leggero ed è più traspirante, ma è molto meno elastico.

L' Alphafly di Nike è quella che al momento ha fatto registrare un vantaggio maggiore nella corsa. C' è un problema "etico" a livello mondiale per quel che riguarda le competizioni. Queste scarpe sono costose e se la mancanza di accesso a una scarpa costosa fa la differenza tra un giovane corridore che viene scoperto e guadagna il suo primo contratto da professionista allora non va bene per lo sport.

Author: mondonotizia

Share This Post On